Nel 2009 le Dolomiti sono state proclamate dall'UNESCO per la loro eccezionalità geologica e paesaggistica Patrimonio dell'Umanità.

 

Il territorio del comune di Livinallongo del Col di Lana, in cui è immerso il comprensorio sciistico Dolomiti Porta Vescovo Resort fu, durante la Grande Guerra, luogo di durissimi scontri.

 

La zona presenta una significativa biodiversità dovuta ai vasti affioramenti di origine vulcanica e alla posizione geografica di transizione tra i flussi occidentali ed orientali, oceanici e continentali.

Enrosadira, così è chiamato il fenomeno che, all'alba e al tramonto, accende i picchi delle Dolomiti con una suggestiva tonalità di colore rosa che gradatamente vira al rosso all'arancio al violetto. Questo termine di tradizione ladina letteralmente significa "diventare rosa", le terrazze di Dolomiti Porta Vescovo Resort sono l'affaccio ideale per l'osservazione di questo fenomeno naturale.